Una giornata tipo

La tipica giornata del filmmaker al festival è scandita da diverse attività, generalmente così suddivise:

  • Alle 10.00 di ogni inizio tappa/settimana, PRODUCTION MEETING: discussione generale con tutti i filmmaker presenti sul numero di film da realizzare in quella settimana e sulle varie esigenze produttive per ogni singola opera.
  • L’attività principale per tutto il giorno (e a volte anche in orario notturno) è quella di FILMMAKING: i nostri 100 registi che ospitiamo contemporaneamente (anche se, vista la lunga durata di CdM pari a due mesi e mezzo, nel periodo complessivo il numero dei giovani artisti da noi ospitati è di circa 300), ogni settimana girano film che la sera dell’ultimo giorno di ogni tappa vengono proiettati nell’ambito della Weekly Competition, vengono decretati i premi. All’inizio di ogni settimana si ricomincia, così per 12 volte. Infatti CdM dura dodici settimane.
  • Per due volte alla settimana, alle ore 11.00 WORKSHOP e MASTERCLASS tenuti da grandi professionisti della cinematografia mondiale. Ecco alcuni nomi dei nostri special guest negli ultimi anni: Wim Wenders, Ken Loach, Giuseppe Tornatore, Amos Gitai, Paolo Sorrentino, Margarethe Von Trotta, Marco Bellocchio, Krisztof Zanussi, Mohsen Makhamalbaf e molti altri.

  • Ore 21.00 CINEMA ALL’APERTO: ogni sera di ogni settimana per 12 settimane (quindi 80 giorni per 80 serate) CdM offre gratuitamente a tutti (non solo ai nostri filmmaker ma anche a tutto il pubblico) proiezioni di film professionali alla presenza di special guest, filmati vari.
  • Ore 21.00 dell’ultima sera di permanenza nella città ospitante: WEEKLY COMPETITION (una per settimana per dodici settimane). In questa serata proiettiamo tutti i film (circa 20) che i nostri 100 filmmaker avranno realizzato in quella stessa settimana. Al termine, cerimonia di premiazione. Il giorno dopo si parte per una nuova settimana, per una nuova tappa, dove tutto il nostro format, qui descritto, verrà ripetuto.