Edizione 2012

Locandina dell’Edizione

Vincitore dell’Edizione


Gallery CinemadaMare dell’Edizione


rassegna_stampa

Basilicata – Il Quotidiano del Sud – 1 agosto 2012

È di nuovo tempo di CinemadaMare

È arrivata la carovana di CinemadaMare. A Guardia Perticara dall’1 al 6 agosto 172 giovani registi. Apre la tappa lucana della kermesse Vincenzo Mollica.

Centonovanta film in concorso da 30 diverse nazionalità, centosettantadue giovani registi da 35 differenti paesi, 73 giornate di appuntamenti tra il nord e il sud del paese. Tutto questo è “CinemadaMare” il più grande raduno di giovani registi del mondo che farà tappa quest’anno a Guardia Perticara, dall’1 al 6 agosto.

<<È un festival inclusivo>>, spiega Franco Rina. Nel senso che supera i provincialismi fino a valicare i confini geografici e culturali con la presenza dei giovani filmmaker provenienti da tutto il mondo, per quel <<contagio culturale>> che è poi secondo Rina l’arma vincente della kermesse cinematografica. <<È un cinema aperto che si nutre di nuovi territori – dice – che parla, promuove e fa cinema>>.

 

Il Sannio Quotidiano – 9 agosto 2012

Il regista Krzysztof Zanussi: <<Nella vita c’è sempre bisogno di arte e di bellezza>>.

A margine della conferenza abbiamo incontrato Krzysztof Zanussi che, con fare garbato ed esprimendosi in perfetto italiano, ha così dichiarato: “Conosco il festival CinemadaMare da anni e lo apprezzo perché è un progetto innovativo e futuristico. La carriera del cineasta è molto specifica ma, a differenza di quella di un medico o di un avvocato, non ha un posto garantito nella società. L’artista si deve imporre, chi vuole fare cinema deve compiere un grandissimo sforzo per convincere la società che vale la pena investire per dargli la possibilità  di rivelare le sue fantasie. Questo è un compito difficilissimo e i giovani hanno bisogno di assistenza per poterlo realizzare. C’è sempre bisogno di arte e di bellezza per poter avere una visione più ampia del mondo, la prospettiva quotidiana, senza arte, non è più estesa di quella di un topo”.

 

La Nuova del Sud – 20 agosto 2012

Con la proclamazione dei vincitori si chiude dopo cinquanta giorni il festival itinerante più lungo del mondo

Una città set a cielo aperto

CinemadaMare, questa sera in piazza Massimo Troisi a Nova Siri le ultime proiezioni della rassegna

Questa sera saranno proiettati tutti i prodotti audiovisivi ideati, girati e montati qui a Nova Siri dai giovani filmmakers. Alcuni dei quali sono stati realizzati rispettando lo spirito multiculturale del festival, ossia con la collaborazione dei tanti artisti che a “CinemadaMare” si sono conosciuti e confrontati prima di trovare delle affinità tali da spingerli a lavorare insieme, in un progetto comune. Attori, registi e montatori hanno unito le loro forze e professionalità, sovente coinvolgendo anche gli abitanti del luogo, che hanno partecipato come attori e comparse e hanno messo a disposizione case e abitazioni. Insomma, una competizione attiva che ha visto i numerosi amanti della settima arte invadere le strade del comune Jonico, diventato set a cielo aperto.